Il Mondo Maggioli


Le nostre attività integrate affiancano la Pubblica Amministrazione, i Liberi Professionisti e le Aziende nel semplificare i processi e migliorare i servizi

Soluzioni e Servizi
Tecnologia e conoscenza sono le nostre passioni e il modo con cui siamo sempre riusciti a rispondere alle richieste di un mercato in continua evoluzione
 
Notizia

Sicurezza stradale: la velocità e gli incidenti stradali

Il rapporto ACI-ISTAT 2020 sugli incidenti stradali aveva evidenziato, per l’anno 2019*, un lieve calo rispetto al 2018 su tutti gli ambiti stradali, fatta eccezione per le strade urbane dove aumentano.

Tra le cause più frequenti la velocità troppo elevata rimane il comportamento scorretto più frequente che, insieme alla distrazione alla guida e il mancato rispetto della precedenza, costituisce il 38,2% dei casi.

È anche per questo che, al fine di rafforzare le politiche sulla sicurezza stradale locale, l’art. 49, comma 5-undecies del D.L. 16 luglio 2020, n. 76, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 settembre 2020, n. 120, ha ammesso la possibilità di utilizzo dei dispositivi di rilevamento a distanza delle violazioni, senza contestazione immediata, su tutte le tipologie di strade.

Infatti, il decreto prefettizio può essere adottato anche in relazione alle “strade urbane di quartiere”, alle “strade locali”, agli “itinerari ciclopedonali” e anche alle nuove “strade urbane ciclabili” (articolo 2, lettere E, E-bis, F, F-bis, codice della strada).

La logica della novella normativa sembra, quindi, orientata a fornire alle Forze di polizia strumenti per contrastare il fenomeno dell’infortunistica stradale e consentire che le tecnologie di controllo del traffico possano essere finalizzate alla prevenzione e alla repressione delle violazioni più gravi, innanzitutto sulle strade in cui maggiormente avvengono gli incidenti con esiti mortali, e cioè, le strade urbane.

Sicurezza stradale e controllo delle violazioni del Codice della Strada

In tal senso, il Ministero dell’interno già nella direttiva del 14 agosto 2009, emanata per garantire un’azione coordinata di prevenzione e di contrasto all’eccesso di velocità sulle strade, aveva sottolineato l’importanza di un’azione sistematica di controllo in grado di ottimizzare l’impiego delle risorse umane e dei mezzi tecnologici ed aveva insistito sulla necessità di privilegiare i controlli sui tratti di strada ove è documentato un elevato livello di incidentalità, proprio in quanto è ormai comprovata la corrispondenza fra velocità elevata e mortalità.

Occorre, infine, rammentare che la velocità assume un rilievo decisivo anche in relazione all’ipotesi di omicidio stradale (art. 589-bis codice penale), ove il legislatore ha sancito che “il conducente di un veicolo a motore che, procedendo in un centro urbano ad una velocità pari o superiore al doppio di quella consentita e comunque non inferiore a 70 km/h, ovvero su strade extraurbane ad una velocità superiore di almeno 50 km/h rispetto a quella massima consentita, cagioni per colpa la morte di una persona, è punito con la reclusione da 5 a 10 anni”.

 

(* I dati del 2020 sono fortemente influenzati dal drastico calo della mobilità dovuta all’emergenza Covid-19)

11 dicembre 2021
Posted: 11/12/2021 12:09:12 by | with 0 comments

Continua a leggere

Notizia

Il Piano Triennale per l'Informatica 2024-2026: fondamentale la cybersecurity per una digitalizzazione sicura della Pubblica Amministrazione

Il Piano Triennale per l'Informatica rappresenta una guida chiave per l'evoluzione dei servizi digitali in Italia. Nell'ambito di un'ampia strategia di aggiornamento, il piano si allinea agli obiettivi del PNRR e pone una significativa attenzione al tema della cybersecurity, dedicando un intero capitolo alla sicurezza informatica.

27 febbraio 2024
Rassegna stampa

Al Comune di Poggibonsi è online il nuovo sito web

Contenuti e veste grafica rinnovati e adeguati alle disposizione AgID. Un progetto del Gruppo Maggioli, finanziato dal PNRR Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

19 febbraio 2024
Rassegna stampa

Intelligenza artificiale, applicazioni cruciali per assistenza, diagnostica e monitoraggio

Salute, intelligenza artificiale e digitalizzazione: le aziende italiane rappresentano un’eccellenza internazionale, punta avanzata della ricerca e sviluppo in questo settore. Insieme ad altre realtà del settore il Gruppo Maggioli si è confrontato nel laboratorio della Winter School 2024 che si è tenuta a Cernobbio.
13 febbraio 2024
Notizia

Maggioli tra le principali software house in Italia

Nella classifica italiana “Top 100 Software e servizi IT per la Pubblica Amministrazione”, stilata dalla rivista Data Manager, si conferma l'8° posizione del Gruppo Maggioli tra i principali leader di settore.
09 febbraio 2024