Il Mondo Maggioli


Le nostre attività integrate affiancano la Pubblica Amministrazione, i Liberi Professionisti e le Aziende nel semplificare i processi e migliorare i servizi

Soluzioni e Servizi
Tecnologia e conoscenza sono le nostre passioni e il modo con cui siamo sempre riusciti a rispondere alle richieste di un mercato in continua evoluzione
 
Informatica MAG / Casi di eccellenza

Il Comune di Comiso verso la digitalizzazione del servizio idrico integrato

Con i suoi 30 mila abitanti Comiso si avvia verso un percorso tracciato da due grandi direttrici: nuovo Regolamento del Servizio Idrico aderente agli adempimenti dell’Autorità di Regolazione ARERA e nuovi strumenti digitali per estendere e potenziare il servizio erogato a cittadini e imprese del Comune Ibleo.

Per volontà dell’Assessore al Bilancio e Sviluppo Economico e della Dirigente dei Tributi, il Comune di Comiso, con il supporto della Sikuel – Società del Gruppo Maggioli, è stato deliberato nel mese di Maggio 2021 il nuovo regolamento del Servizio Idrico Integrato indispensabile ai fini di un necessario adeguamento normativo imposto da ARERA.

Il nuovo regolamento, in base a quanto inserito nella Delibera 655/2015 per la Regolazione della Qualità Contrattuale del Servizio Idrico Integrato, introduce una nuova modalità di acquisizione dei consumi dell’acqua: l’Auto-lettura, rilevata e trasmessa direttamente dall’utente all’ufficio Idrico. Non solo quindi un’attività gestita dall’operatore comunale incaricato di rilevare il consumo, ma anche la possibilità di inviare al comune la propria autolettura, il tutto attraverso l’App K-Reader sviluppata da Sikuel.

La seconda importante novità inserita nel regolamento, sulla base della Delibera 311/2019 per la Regolazione della Morosità, è il periodo di fatturazione dell’acqua: non più su base annuale con acconto e saldo ma su base trimestrale: quattro bollette anziché due. 

A completamento del quadro normativo è stata programmata un’attività di Bonifica e Normalizzazione della Banca Dati del Servizio Idrico, secondo quanto disciplinato dalla Delibera 665/2017 denominata TICSI Testo Integrato Corrispettivi Servizi Idrici, che prevede la riclassificazione delle Utenze Idriche e l’introduzione del numero dei componenti familiari per le Utenze Domestiche.

Se da una parte troviamo un deciso adeguamento del Servizio Idrico di Comiso agli standard ARERA dall’altra vediamo l’introduzione di nuovi strumenti e servizi per estendere e potenziare le prestazioni dell’Ufficio Idrico erogate a cittadini e imprese. A partire da maggio è disponibile per il download l’APP K-Reader per l’invio dell’auto-lettura del proprio contatore, mentre è online dai primi di giugno il Portale Tributi del Cittadino, aperto 24 ore su 24 e senza file all’ingresso, all’indirizzo COMISO.K-PORTAL.IT

L’APP per l’autolettura e il Portale Tributi del Cittadino fanno parte della Suite di Soluzioni Software per il Servizio Idrico Integrato K-Water, un Servizio SaaS per le PA qualificato da AGID disponibile nel marketplace dedicato. Il Portale online, come spiegato dall’Assessore Pepi, servirà a consultare la propria posizione tributaria – a pagare le bollette online – a inviare una richiesta agli uffici comunali – e a richiedere la propria bolletta tramite mail, con tanto di incentivi economici. 

Abbiamo deliberato questo sistema in giunta – afferma l’Assessore Manuela Pepi – per applicare una legge nazionale che impone ai comuni di attivare tale metodo di pagamento dei tributi locali. Infatti, a parte la semplicità dell’utilizzo, sono previsti anche sgravi nelle fatture. La prima cosa importante da evidenziare, è quella che i comuni potranno risparmiare sulle spese postali per l’invio delle bollette e che tali risparmi si riverbereranno sugli utenti, cioè sui cittadini, in termini di sgravi. Chiunque iscrivendosi al portale e richiedendo la fatturazione via mail, avrà una detrazione di € 5.00 sulla prima bolletta fatturabile e di €2.00 con l’autolettura del contatore tramite K-Reader.

Sarà una comunicazione diretta tra il cittadino e gli uffici preposti, con la massima tutela dei dati riservati di ogni utente. Inoltre, è prevista anche la panoramica del proprio status contributivo dei tributi locali. Ovviamente – continua l’assessore – la lettura dei contatori effettuata dal letturista si farà ugualmente nelle more che la percentuale di utenti “digitali” sia abbastanza elevata. Ma la novità più importante è che si pagherà solo in base al consumo effettivo se si procederà con la comunicazione digitale e con l’autolettura. Infine – conclude l’assessore Pepi – abbiamo pensato anche ai cittadini meno avvezzi all’uso del digitale, facendo si che, tramite CAF, patronati e commercialisti, basta una semplice delega per potere effettuare i pagamenti online e richiedere le bollette tramite mail”. 

Manuela Pepi
Assessore a Decentramento, Pari opportunità, Personale, Affari legali, Bilancio e programmazione, Sviluppo economico e commercio - Comune di Comiso 

03 ottobre 2021
Posted: 03/10/2021 11:09:09 by | with 0 comments

Continua a leggere

Rassegna Stampa

Cybersecurity e digital divide, investiamo anche sul territorio con una regia nazionale

Il territorio italiano ha un potenziale di sviluppo incredibile e la nascita dell’Agenzia per la cybersicurezza nazionale (Acn) è l’espressione concreta di un interesse sempre più concreto anche da parte della politica. Ma, evidentemente, siamo solo all’inizio. L’intervento di Gerardo Costabile, ad di DeepCyber, società del Gruppo Maggioli

03 agosto 2022
Notizia

Il Gruppo Maggioli al Meeting di Rimini 2022

In occasione dell'edizione 2022, in programma alla Fiera di Rimini dal 20 al 25 agosto, saremo sponsor dell'evento dedicato all'incontro dei Presidenti di Regione che faranno il punto sulla messa a terra del PNRR Piano nazionale di Ripresa e Resilienza

27 luglio 2022
Notizia

Da AGID una soluzione per la verifica della sicurezza informatica dei siti delle PA

Il CERT Computer Emergency Response Team dell’AGID (Agenzia per l’Italia Digitale) ha reso disponibile uno strumento per l’autoverifica della configurazione HTTPS e CMS riservato alla Pubblica Amministrazione.

21 luglio 2022
Notizia

Riconoscere e difendersi dagli attacchi phishing

La tecnica del phishing ('pesca a strascico') rappresenta uno dei modi più comuni con cui i criminali informatici si impossessano del computer delle Pubbliche Amministrazioni, per piazzarvi un virus (ransomware), carpire credenziali di accesso o perpetrare un furto di dati

21 luglio 2022